Felice Varini

Felice Varini è nato a Locarno nel 1952. Lavora sulla percezione degli spazi, architettonici o naturali dagli anni ’70, creando illusioni ottiche in grado di far percepire immagini geometriche tridimensionali. I suoi interventi partono dalla scelta di un punto di vista spazialmente interessante e preferibilmente posizionato in un itinerario obbligato da cui si possa vedere l’opera, punto che diventerà poi il punto di lettura.
(da http://www.gravestmor.com/)

Sito dell’artista:
http://www.varini.org/

Alcuni suoi lavori:
http://www.bellinzona.ch/belli.php?node=29&rif=0e012f2422
http://www.studiodabbeni.ch/p_artisti/varini.htm

(fonte img: http://www.wildstylers.com/wstr/index.php?module=article&view=183)
Felice_varini_04
Felice_varini_02
Felice_varini_01_4

Hagakure

“Di certo esiste solo il particolare scopo del momento presente. Tutta la vita è fatta di attimi che si susseguono. Una volta compresa questa regola fondamentale, il samurai non deve più manifestare impazienza né porsi altri scopi. L’esistenza scorre semplicemente.

Tuttavia le persone tendono a dimenticare tale precetto, pensando che esista sempre qualcosa di più importante. Pochi capiscono il valore di questo principio. Non si può imparare a conformarsi alle proprie decisioni senza perdere la Via, se non dopo una certa età, ma, una volta raggiunta l’illuminazione, anche se non se ne ha chiaramente coscienza, la determinazione è sempre presente. Se ci fissiamo in questo stato di attenzione continua, raramente ci sentiremo confusi, poiché così restiamo fedeli ai nostri principi.”

Hagakure, Yamamoto Tsunetomo

Ghost dog – Jim Jarmusch
355_001

Esterni – birra e cassoeula

Se cercate un’occasione per provare la cassoeula e bere birra del Birrificio Lambrate, allora appuntamento martedì alle 20.30 da Esterni.
Menù: Cassoeula alla milanese con polenta e Torta di arance
Prezzo 12€ e l’ingresso 5€ (per chi non ha la tessera).
Per entrare bisogna prenotare.

http://www.esterni.org/milano/opensource/opensource_060124.php

http://www.birrificiolambrate.com/

Per sapere cosa vi aspetta:
http://it.wikipedia.org/wiki/Cassoeula

Jonathan Ive

Jonathan Ive dopo essere stato premiato nel 2002, 2003 e nel 2004 come designer dell’anno dal Design Museum, ha ricevuto quest’anno il premio Commander of the Most Excellent Order of the British Empire (CBE) dalla Regina Elisabetta II.

Nato a Londra nel 1967, Ive è stato chiamato nel 1992 all’Apple design team, per progettare con Steve Jobs l’iMac. Da allora tutti i maggiori successi della Mac sono stati firmati dall’designer inglese: dal mio preferito il G4 Cube (2000),
all’iPod (2001), fino al Mac Mini (2005).

http://www.red-dot.de/
http://www.designmuseum.org/design/index.php?id=63
http://en.wikipedia.org/wiki/Jonathan_Ive

G4_cube_2000Ive

In favore di uno stato laico

Il giorno dopo le due grandi manifestazioni di Milano e di Roma, consiglio a tutti di leggere l’intervista di Giovanna Casadio per La Repubblica del 5 dicembre a Emma Bonino “Contro le molestie clericali serve una nuova resistenza”

“Nessuno vuole imbavagliare le gerarchie ecclesiastiche. Ma le regole di convivenza sono state stabilite dal Concordato: in cambio di benefici economici evidenti c’è una restrizione dell’interferenza politica della Chiesa. Se invece vuole fare politica come in altri paesi, allora aboliamo il Concordato: chi l’ha reso obsoleto è la Chiesa”

“Penso che se non ci sveglia con una politica rigorosa sui diritti civili, corriamo il pericolo che un pezzo dopo l’altro, come un carciofo, non ci ritroviamo più la 194. Oppure la legge in qualche modo rimane, ma nei consultori spuntano come consulenti i volontari del Movimento per la vita. Intanto si disattende la legge sulla pillola RU486. Perché la legge 194 all’articolo 15 dice che i consultori e le strutture pubbliche sono tenuti ad applicare quelle tecniche che la scienza troverà siano meno invasive e rischiose per l’interruzione di gravidanza. Invece nelle Regioni per la sperimentazione della “pillola del giorno dopo”: è già successo l’iradiddio”

http://www.emmabonino.it/news/3119

(fonte img: La Repubblica)
Mani_1