Lieve

Nationalities, Identities

Posted in Appuntamenti by Kuka on marzo 10, 2006
Nationalities, Identities – dall’Olanda con carattere
Giovedì 16 marzo ore 18.30

Aula Magna — Istituto Europeo di Design
Via Sciesa, 4 Milano

Relatore: Gerard Unger — Type designer e free-lance designer 
Ingresso libero

Gerard Unger è ospite d’eccezione dell’Istituto Europeo di Design per raccontare agli studenti e a tutti gli interessati il suo percorso di ricerca nell’essenza nazionale dei caratteri tipografici, a partire dai paesi con una forte tradizione tipografica, come Francia, Germania, Olanda, Regno Unito e Stati Uniti, per passare al futuro e rivolgere uno sguardo ai paesi "emergenti" che stanno sviluppando nuove tendenze, come Danimarca, Messico, Polonia e Repubblica Ceca.
L’ultima parte dell’intervento è dedicata al tema della lettura: Unger spiegherà alcuni principi fondamentali sul modo in cui i lettori usano i caratteri tipografici.

Gerard Unger, di nazionalità olandese, è uno dei più importanti type designer degli ultimi cinquant’anni, nonché il progettista del carattere utilizzato nella segnaletica del Giubileo.
I suoi caratteri sono tra i più usati al mondo: basti pensare allo “Swift” usato nei titoli del quotidiano italiano "Il Manifesto" e nei testi della free-press "Metro”.
Unger ha progettato prevalentemente caratteri destinati alla lettura e ha influenzato molto la tipografia contemporanea, anche se il suo particolare stile difficilmente può avere epigoni.

(Da molotro)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: