White House on Flickr

Su Flickr l’album The Official White House Office,  con le ultime foto della visita di Obama in Egitto… che stile!
PS non riesco a evitare il paragone tra il neo presidente americano e quello del nostro presidente, alle prese con le polemiche sulle foto rubate in Sardegna.

White House

SENSEable City Lab

Nei prossimi anni le nuove tecnologie permetteranno alla segnaletica di creare un’interazione diretta con il fruitore, aprendo scenari radicalmente nuovi di approccio con l’ambiente metropolitano.
Il dipartimento di SENSEable City Lab del MIT, muovendosi in questa direzione, sta progettando delle innovative applicazioni.

Tra i vari progetti il MIT sta collaborando con l’azienda di trasporti fiorentina.
Articolo Corriere della Sera “Paline e pensiline intelligenti”.

mit

Cohousing

Cohousing è il termine usato per identificare le piccole comunità residenziali che decidono volontariamente di mettere in condivisione spazi di servizio e ricreazione, impegnandosi a gestirli comunitariamente. La scelta di questo modello virtuoso di abitare agevola la socializzazione e la cooperazione, favorendo il risparmio energetico e diminuendo l’impatto ambientale. Il cohousing è nato in Scandinavia alla fine degli anni ’60 e si è diffuso progressivamente negli Stati Uniti e in tutta l’Europa.

Le 10 caratteristiche più comuni del cohousing – Ogni progetto di cohousing ha una storia diversa e proprie caratteristiche, ma vi sono anche molti tratti in comune:

  1. Progettazione partecipata
    I futuri abitanti partecipano direttamente alla progettazione del “villaggio” in cui andranno ad abitare scegliendo i servizi da condividere e come gestirli
  2. Vicinato elettivo
    La comunità di cohousing sono elettive: aggregano persone dalle esperienze differenti, che scelgono di formare un gruppo promotore e si condolidano con la formazione di una visione comune condivisa.
  3. Comunità non ideologiche
    Non ci sono principi ideologici, religiosi o sociali alla base del formarsi di comunità di coresidenza, così come non ci sono vincoli specifici all’uscita dalla stessa
  4. Gestione locale
    Le comunità di cohouser sono amministrate direttamente dagli abitanti, che si occupano anche di organizzare i lavori di manutenzione e della gestione degli spazi comuni.
  5. Struttura non gerarchica
    Nelle comunità di co-housing si definiscono responsabilità e ruoli di gestione degli spazi e delle risorse condivise (in genere in relazione agli interessi e alle competenze delle persone) ma nessuno esercita alcuna autorità sugli altri membri; le decisioni sono prese sulle base del consenso
  6. Sicurezza
    Il cohousing offre la garanzia di un ambiente sicuro, con forme alte di socialità e collaborazione, particolarmente idoneo per la crescita dei bambini e per la sicurezza dei più anziani
  7. Design e spazi per la socialità
    Il design degli spazi facilita lo sviluppo dei rapporti di vicinato e incrementa il senso di appartenenza ad una comunità
  8. Servizi al valore aggiunto
    La formula del co-housing, indipendentemente dalla tipologia abitativa, consente di accedere, attraverso la condivisione, a beni e servizi che per il singolo individuo hanno costi economici alti
  9. Privacy
    L’idea del co-housing permette di coniugare i benefici della condivisione di alcuni spazi e attività comuni, mantenendo l’individualità della propria abitazione e dei propri tempi di vita.
  10. Benefici economici
    La condivisione di beni e servizi consente di risparmiare sul costo della vita perché si riducono gli sprechi, il ricorso a servizi esterni, il costo dei beni acquistati collettivamente.
    (Dal sito del cohousing.it)

Sul sito cohousing italia potrete trovare approfondimenti, esperienze nel mondo e progetti realizzati ed in corso in Italia www.cohousing.it