Lieve

Wear Today

Posted in Design, GD, Illustrazione, Moda, Personaggi by Kuka on marzo 1, 2011

Cercando illustratori per una rivista ho incontrato il Tumblr Wear Today, dell’americano Edmund Kim.

Abbigliamento bici

Posted in Bici, Design, Moda, Riferimento idee, Risorse by Kuka on agosto 3, 2010

Un po’ di nuovi link sulle due ruote:


Muxu, marchio di abbigliamento di Barcellona


Rapha
, marchio inglese di abbigliamento (più tecnico)


Look Mum No Hands, locale londinese


Always Riding, e-store inglese

La Fuga, agenzia viaggi inglese per ciclisti.
Interessante il tour Rapha Randonnée Appenini (Lucca–Ascoli)

Pogo

Posted in Design, Design Studio, Foto, GD, Illustrazione, Moda, Personaggi by Kuka on dicembre 9, 2009

Pogo è uno studio argentino di graphic design, illustrazione e  fotografia.
Trovo molto interessante il nuovo progetto per il programma televisivo MTV 16 & pregnant.
Il loro portfolio su Behance Network

Le cuffie di Giovanni

Posted in Amici, Design, Moda, Selected by Kuka on ottobre 22, 2009

Le cuffie di Giovanni sono i nuovi prodotti del Lale.
Sono cuffie in lana merino extrafine, prodotte in italia in tanti colori e misure.

cuffie-giovanni

Moving Brand

Posted in Corporate, Design, Design Studio, GD, Japan, Moda, Personaggi by Kuka on aprile 1, 2009

Moving Brand, brand agency con sede a Londra, Zurigo, San Francisco e Tokyo.
(Da Grafikcache)

nortonsons_31wp
swisscom-identity-21wp

Hirocoledge

Posted in Design, Japan, Moda, Riferimento idee, Selected by Kuka on dicembre 12, 2008

HIROCOLEDGE è il marchio con cui Hiroko Takahashi produce borse, tenugui, furukoshi e yukata con texture dal gusto seventies.
Su PingMag l’articolo HIROCOLEDGE: A New Tradition that Blends into Modern Times

hirocoledge

Deus ex Machina e Shinya Kimura

Posted in Bici, Design, ID, Japan, Moda, Negozio, Personaggi, Riferimento idee, Selected by Kuka on novembre 26, 2008

Deus ex machina, negozio australiano di customizzazione di bici e moto.
Interessante l’e-shop, con molti poster, abbigliamento e accessori.

57_sommers53-wp
52_stck21-wp

Rimanendo sull’argomento custum, segnalo il preparatore giapponese Shinya Kimura e la sua Zero Engineering.

ratfighter1wp

Burble

Posted in Architettura, Arte, Design, Eventi, Moda by Kuka on settembre 12, 2007

Burble, progettato dello studio inglese Haque Design + Research, è una struttura composta da circa 1000 palloni di elio che grazie ad uno strumento di controllo e dei Led posti al loro interno, sono in grado di creare delle strutture aree spettacolari. La struttura è controllato da terra dagli organizzatori e dal pubblico tramite un’apposita interfaccia.
Burble sarà visibile a il 16 settembre durante l’evento organizzato dalla Moët & Chandon, all’Holland Park di Londra durante il Fashion Week.

Da Notcot

Immagini della Biennale di Singapore 2006
burble-wp.jpg

Tyler Brûlé

Posted in Design, Editoria, Moda, Personaggi by Kuka on agosto 21, 2007

Sfogliando il numero di settimana scorsa del Magazine del Corriere ho letto un’intervista a Tyler Brûlé (direttore della rivista inglese Monocle e uno dei più importanti trendsetter in circolazione).

Brûlé, nato in Canada nel 1968, ha iniziato la sua carriera come giornalista nel ’89 per la BBC.
Nel 1994, abbandonato il giornalismo, ha fondato Wallpaper, la più influente rivista di design e stile degli anni ’90.
Nel 1998 apre l’agenzia di design Winkmedia (ora Winkreative), curando brand quali Swiss International Air Lines, Stella McCartney e Craft Design Technology.
Per la BBC conduce la trasmissione The Desk (2005).
In tutti questi anni inoltre ha continuato a scrivere regolarmente per importanti testate, come il Finacial Times e il New York Times.
Nel febbraio di quest’anno ha lanciato il suo nuovo magazine: Monocle.

Riporto un interessante articolo su Brûlé del magazine D del 2003.

tyler-brule.jpg

ThisNext

Posted in Design, Moda, Risorse, Selected by Kuka on giugno 29, 2007

ThisNext è un broadcasting per lo shopping. Il funzionamento è molto semplice: chi vuole segnala un oggetto che entra immediatamente in classifica.

È sicuramente uno strumento di consumismo spiccio… anche se potrebbe essere utile a chi produce artigianalmente qualcosa (come alcuni amici) e ha voglia di farlo conoscere ad un target attento.

thisnext-wp.jpg